Nascita

LA FLUSSIMETRIA

La flussimetria o velocimetria Doppler è una metodica diagnostica, che consente di studiare le condizioni emodinamiche di alcuni vasi sanguigni materni e fetali.
I distretti fetali sono l’arteria ombelicale, le arterie cerebrali e l’aorta discendente. Il distretto materno è rappresentato dalle arterie uterine.

La doppler flussimetria è ormai entrata nel linguaggo comune e nel patrimonio di conoscenze delle coppie: Viene quindi spesso richiesta ed utilizzata come metodica di screening in tutte le gravidanze.

In realtà essa rappresenta un esame che andrebbe utilizzato solo in alcune gravidanze selezionate ed in particolare i quelle caratterizzate da una ridotta crescita fetale e in quelle complicate da ipertensione.

Un normale flusso nella arteria ombelicale è correlato ad un normale processo di placentazione e ad un normale equilibrio ossigenativo e metabolico nel feto.

Nel caso in cui il feto inizi a manifestare uno sviluppo ridotto, la flussimetria ombelicale diventa un elemento discriminante importante: i feti con flussi normali a livello di tali arterie avranno una prognosi sicuramente migliore rispetto a quelli con flusso ombelicale alterato.

La doppler flussimetria ha una sensibilità molto elevata nel predire un esito sfavorevole della gravidanza  e flussi ombelicali anomali (flusso diastolico assente o inverso) si associano ad un aumento degli esiti sfavorevoli della gravidanza.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna