Sesso e Salute

Due ricercatori italiani vincitori del Grant for Fertility Innovation

L'obiettivo del programma Grant for Fertlity Innovation (GFI) è quello di individuare e finanziare progetti  innovativi di ricerca traslazionale relativi al miglioramento tecnologico all'interno dei laboratori Embriologia e andrologia - dal prelievo degli ovociti, all'inseminazione, allo sviluppo in vitro, dalla selezione degli embrioni, al trasferimento e all'impianto. Questi progetti dovrebbero migliorare l'esito finale delle procedure di fecondazione assistita ("ART") aumentando il tasso di gravidanze ottenute e la percentuale di bambini nati.

  Il premio e' nato nel 2009 per promuovere progetti di ricerca finalizzati al miglioramento delle tecniche di procreazione medicalmente assistita e implementare soluzioni concrete al problema dell'infertilita'.

Nel corso di questi sei anni, sono state ricevute 750 richieste di partecipazioneda piu' di 50 paesi.

Ogni anno i vincitori sono annunciati con una cerimonia all'ESHRE ( 'European Society of Human Reproduction and Embryology), tenutosi quest'anno a Lisbona. Sono stati premiati sei progetti.

Gli italiani vincitori sono ben due:

Antonio Capalbo del centro Genera di Roma, con lo studio

- Clinical translation of a newprocedure for embryo evaluation based on miRNAs profiling from spent blastocyst culture media: prospective multicenter study: 

 

Paola Vigano dell'Istituto San Raffaele di Milano, con lo studio

Exoxomes/microvesicles release as a non-invasive method to assess embryo activity

Entrambi hanno lavorato allo sviluppo di due nuovi metodi non invasivi per migliorare l'efficienza delle tecniche di procreazione medicalmente assistita 

 Con il finanziamento Capalbo lavorera' su un nuovo metodo veloce e non invasivo, basato sull'analisi di miRna, per selezionare l'embrione con la maggior competenza riproduttiva, aumentando cosi' il successo della fecondazione assistita.


  Vigano invece lavorera' a un metodo non invasivo che permettera' di scegliere l'embrione "migliore", sulla base dell'analisi dell'esosoma, vescicole rilasciate dalle cellule nell'ambiente.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Dubbi e quesiti?

Chiedi al ginecologo

Centri PMA

Centri Procreazione Medicalmente Assistita